lunedì 4 ottobre 2010

Coach di Giusto Peso Per Sempre

Giusto Peso Per SempreTM (GPXS) è un percorso che può cambiare la prospettiva del dimagrimento. E' un metodo semplice, quasi banale, per evitare di ricadere nelle abitudini sbagliate (mangio in fretta, non faccio sport, mangio troppo...) che hanno portato ad una situazione spiacevole (oltre che non salutare), quale può essere quella del sovrappeso o dell'obesità. Si basa su tecniche di PNL, o programmazione neuro linguistica, un approccio comportamentale il cui scopo è quello di eliminare le abitudini non utili che ha una persona e di sostituirle con abitudini utili in maniera semplice e indolore.

Abitudini utili e non utili... per cosa? Per qualunque cosa. L'approccio della PNL è molto pratico e fondamentalmente si basa sull'idea di andare a sostituire l'abitudine che a noi crea disagio, qualunque essa sia, con una che a noi fa piacere, per migliorare quell'aspetto della nostra vita e, di riflesso, migliorare quindi la vita stessa. In particolare GPXS è un approccio specifico per i comportamenti non utili che riguardano l'alimentazione, comportamenti che tutti tendiamo a reiterare per abitudine, per qualche tipo di stress, o semplicemente perché non conosciamo alternative. Non è una terapia psicologica, non è ipnosi, ma è un modo molto pratico per modificare queste azioni.

Da ieri sono abilitato ad usare questo tipo di approccio per aituare i miei pazienti, il che è una cosa che mi sta molto a cuore. Perché un biologo nutrizionista, che dovrebbe sapere tutto sulla nutrizione, il cui lavoro consiste nell'elaborare la dieta più adatta per la persona che ha davanti, diventa coach di GPXS, che è un modo per evitare di seguire una dieta? Molto semplice: sono convinto che ogni persoa sia unica, e che abbia bisogno di una dieta specifica per vivere al meglio la sua vita, con le sue patologie, le sue intolleranze e le condizioni particolari che ognuno di noi può avere, ma sono altresì convinto che esiste qualcosa di molto più complicato della biochimica nella vita di una persona, esistono schemi mentali che intrappolano, esperienze negative che scoraggiano, condizionamenti mentali che convincono una persona di una realtà personale che non per questo deve essere una realtà oggettiva, ma pur essendo soggettiva, è assolutamente reale.

Nessuno segue una dieta se è convinto di non avere forza di volontà, non importa se deve dimagrire o se è asmatico, meglio prendere due farmaci per una soluzione rapida e che non cambi nulla nella nostra vita, piuttosto che impegnarsi in un percorso lungo come quello di una dieta dimagrante e poi scoraggiarsi se si nota che è la solita dieta che non serve a niente, non riesco a seguirla, è troppo rigida, mi mancano i dolci. Nel caso dell'asmatico, un po' di omega3 in più possono aiutare molto, ma anche qui ci vuole tempo e costanza, e si ritorna alla volontà, al chi me lo fa fare di andare a comprare l'olio di semi di lino, per noia o per indolenza non si seguono più le indicazioni che sono state date e la situazione non cambia.

Molte persone hanno seguito venti, trenta diete e puntualmente cadono nell'effetto yo-yò, molte persone ricadono in atteggiamenti gravi di comportamento alimentare anche dopo molto tempo (anoressia e bulimia) e ci sono mille altre condizioni diverse, più o meno gravi, in cui lo sconforto e le vecchie abitudini sono predominanti. In tutto questo mare di possibilità, la PNL e in particolare GPXS non cura nulla, il coach non ha la pretesa di sostituirsi al medico o allo psicologo, ma può aiutare a livello squisitamente pratico a cambiare un'abitudine non utile.

Come biologo nutrizionista posso elaborare la dieta perfetta, scientificamente valida e assolutamente sicura per ogni persona in ogni condizione di salute, come coach di GPXS posso essere un appoggio per fare in modo che quella dieta sia vissuta come nuovo stile di vita, più che come una condanna a limitarsi. Dimagrire anche senza dieta è possibile, ma dal mio punto di vista l'educazione alimentare è una combinazione di assunzioni corrette e comportamenti corretti, ed è per questo che io sono Biologo Nutrizionista e Coach di GPXS
Brescia, 04 ottobre 2010

6 commenti:

  1. Ciao, ho visto solo oggi il tuo interessante blog, ho visto che l'hai aperto da poco, approfitterò dei tuoi post, essendo l'alimentazione una parte importante di un maratoneta (o aspirante tale quale sono) ;-) sempre che non ti dispiaccia.

    RispondiElimina
  2. Prego, nessun disturbo:-) L'alimentazione per gli sportivi è tanto complessa quanto interessante (un ciclista ha bisogni diversi da un maratoneta o un calciatore, per dire), sotto questo punto di vista l'ideale sarebbe essere specializzati in questo campo. Personalmente conosco le basi, ma sicuramete approfondirò in futuro. Benvenuto, e se hai dubbi chiedi pure :-)

    RispondiElimina
  3. Beh, una piccola domandina ce l'avrei, quale sarebbe secondo te la tipologia di cibo più adatta per assumere carboidrati e immagazzinare glicogeno in maniera ottimale?

    RispondiElimina
  4. Dipende... Se fai una corsa lunga un paio d'ore hai bisogno comunque di rifornimento durante lo sforzo, e in quel caso meglio degli zuccheri semplici. Prima dello sforzo però l'ideale sono zuccheri complessi o comunque a basso indice glicemico, perché danno un picco insulinemico più basso, e le riserve di glicogeno durano di più.

    Quando approfondirò l'argomento potrò essere molto più dettagliato, spero però di essere stato comunque utile.

    RispondiElimina
  5. Ciao Giuliano.. ho dato un'occhiata al tuo blog e mi è molto piaciuto.. Rispecchia la serietà e la professionalità che ho potuto apprezzare in te, in occasione della nostra conoscenza al corso di Giustopesopersempre dello scorso Week end. Oltre ad essere un bravo nutrizionista, sai essere coinvolgente e hai capacità dialettiche chiare e sintetiche... COMPLIMENTI E BUON LAVORO!!!

    RispondiElimina
  6. Caro collega, questo blog, oltre ad essere ben costruito, è utile ed interessante. Continuo a seguirti qui e su facebook! Buon lavoro!

    RispondiElimina

IMPORTANTE! LEGGERE PRIMA DI COMMENTARE
Prima di commentare è necessario leggere le regole del blog. Da marzo 2014 i commenti sono moderati, quindi c'è bisogno della mia approvazione per vederli pubblicati.